website builder

I nostri ospiti

Mobirise

NATALE DEGLI ARTISTI 2017

Mobirise

BAM Contemporary ARTDESIGN

Mobirise

Gabriele Zago. WE SHARE PAIN, WE SHARE JOY

Il costante dinamismo narrativo di Gabriele Zago è evidente. Scatti in cui emerge una netta antitesi rispetto alla solita staticità di un’immagine fotografica. Dove l’energia esulta, restituendo la misura interiore di un viaggio che, inarrestabile, continua. In ogni istantanea si sovrappongono suggestioni, stimoli e input in un vortice che racconta un altrove lontano. È così che ci racconta un cammino compiuto tra incontri e sensazioni, calato in una dimensione insolita e quasi onirica, carico di dialoghi muti e di impressioni intangibili. 

Mobirise

NATALE DEGLI ARTISTI 2016

Babbo Natale quest’anno ha perso le idee. Le ha seminate per strada. Così ci siamo occupati di raccoglierle tutte per portarle nella nostra galleria. Per farlo, abbiamo chiesto aiuto ai nostri artisti perché i suoi aiutanti erano molto occupati. Edizione 2016

Mobirise

Michele Liuzzi. MY ECHO, MY SHADOW AND ME

Echi, ombre e riverberi visivi. Immagini moltiplicate da innesti e stratificazioni si condensano a ritmo serrato nelle caleidoscopiche e scenografiche invenzioni di Michele Liuzzi. Spazi e tempi differenti convivono in ogni opera, frutto di un accurato montaggio di materiali di repertorio, accostati o sovrapposti per layers, ricreando luoghi tanto irreali quanto evocativi, densi di infinite possibilità narrative lasciate aperte allo spettatore.

Mobirise

NATALE DEGLI ARTISTI 2015

Un sorriso. Una D rovesciata. Una lingua. Una barca. Una mezzaluna. Una poltrona vista dall’alto. Un’amaca. La coppa di un calice. Un diavoletto. Un occhio chiuso. Ma anche un’ala. Ognuno, guidato dalla propria sensibilità, interpreta. Tu, cosa vedi? Abbiamo chiesto ai nostri artisti di interpretare il Natale e di raccontarcelo. Si sono persi tra tante, tantissime, idee. Una, però, l’hanno presa per mano. Per portarla fin qui.

Mobirise

Carla Molina. IL GIARDINO DEI DUBBI

Babbo Natale quest’anno ha perso le idee. Le ha seminate per strada. Così ci siamo occupati di raccoglierle tutte per portarle nella nostra galleria. Per farlo, abbiamo chiesto aiuto ai nostri artisti perché i suoi aiutanti erano molto occupati. 

Mobirise

PAUSE. SILENZIO. OGGETTI E OPERE IN CERAMICA...

Echi, ombre e riverberi visivi. Immagini moltiplicate da innesti e stratificazioni si condensano a ritmo serrato nelle caleidoscopiche e scenografiche invenzioni di Michele Liuzzi. Spazi e tempi differenti convivono in ogni opera, frutto di un accurato montaggio di materiali di repertorio, accostati o sovrapposti per layers, ricreando luoghi tanto irreali quanto evocativi, densi di infinite possibilità narrative lasciate aperte allo spettatore.